Archive for the ‘ mostra ’ Category

“ CONCORDIA “ MOSTRA COLLETTIVA D’ ARTE CONTEMPORANEA

invito2(1)

Questa iniziativa vuole produrre cultura in una dimensione che integra tutte le possibili forme espressive in una

realtà che sembra lasciare sempre meno spazio ai valori estetici e umanistici.

Tanto impegno e forza di volontà che ci consente di esporre in una location incredibile per diffondere espressioni dell’arte, quali strumenti per la crescita e la coesione sociale come autentico convincimento etico.”

_____

“ CONCORDIA ” è il titolo della mostra collettiva d’arte contemporanea
che verrà inaugurata il prossimo 29 maggio alle ore 16 a Palazzo
Birago, organizzata dalla Associazione Artistica Settimese “Armònia” e
Gruppo Pittori dello Scalo di Caselle Torinese in collaborazione della
Camera di Commercio di Torino.

Con il titolo “Concordia” abbiamo voluto riprende il significato
dell’unione, della pace.
Infatti evoca il nome di una divinità romana della pace e della
concordia. Il termine ricorda di recente, la nave da crociera Costa
Concordia , naufragata all’Isola del Giglio e recuperata.
Nell’opera d’arte, concordia assume anche il termine di un messaggio e
una riflessione espressa con i suoi diversi stili per un dialogare con
un ricco repertorio tra pittura, collages, scultura e fotografia di
artisti già affermati sulla scena artistica locale.

ll Palazzo Birago è una delle prime imprese architettoniche torinesi
di Filippo Juvarra.

Costruito a partire dal 1716, il palazzo presenta un cortile d’onore
ad alta valenza scenografica, con fondali curvilinei, una firma
juvarriana ad un edificio privato.

Alla mostra si arriva percorrendo lo scalone principale, le opere sono
esposte in una successione di stanze con tappezzeria e mobili
preziosi.

“ CONCORDIA “
MOSTRA COLLETTIVA D’ ARTE CONTEMPORANEA

Dal 29 maggio al 6 giugno 2014.

Vernissage giovedì 29 maggio ore 16

Espongono:

Quinto Airola
Ivan Cambiolo
Franca Valeria Oliveri
Barbara Penna
Michele Privileggi
Stefano Rollero

presentazione critica :
Valeria Massa
Antonio Zappia

Spazio espositivo: Palazzo Birago sede istituzionale della Camera di
commercio di Torino, Via Carlo Alberto 16 – Torino.

Organizzazione e coordinamento tecnico: Associazione Artistica Armònia
– Gruppo Pittori dello Scalo.

Orario unico feriale : 14,30-17,30

Ingresso libero

Per infomazioni:
armoniarte@libero.it
Oltrevento@mail.com
3384155261 -3401147763

“Orme sulla neve”

hardisk-08 Immagine 067

Una sosta per sorseggiare un delizioso caffè alla “Caffetteria dei Portici di Franca,” (il caffè è davvero buono e pure il cappuccino, rigorosamente con tanta schiuma) e troverete esposta: “Orme sulla neve.”

L’anno 2013 lascia il ricordo dell’apprezzatissima mostra in montagna a Venaus.

Così, il nuovo anno inizia in montagna, con l’invito di una piccola galleria di Lugano (prevista a febbraio 2014) per una collettiva avente come tema: “Addio bianche montagne ticinesi.”
La mostra prende spunto da una ballata dalle numerose tematiche (esemplare è il rimando al patrimonio culturale della terra di Guglielmo Tell).
Come nella canzone appena citata, consente a questa città di ritagliarsi una dolce presenza nei cuori delle persone che passano. E’ il contesto ambientale in cui è posizionata, sulle dolci rive dell’omonimo e bellissimo lago e dalle montagne del Canton Ticino.

Il concetto di montagna culturale si trova nei suoi abitanti che, in simbiosi con la natura, hanno saputo integrarsi al meglio con l’ambiente.
Per l’occasione, ho preparato un lavoro di tecnica mista e acrilico (50×80 su tela) titolato “Orme sulla neve.”

Una formulazione dell’immagine e la costituzione dell’oggetto (ciaspole per neve fresca) , elemento primigenio per raccogliere tutto quello che è necessario a conosce gli elementi propri dell’uomo e della montagna e reinserirti per giocare con la manipolazione narrativa propria dell’intreccio.

Storica Caffetteria “I PORTICI” via Torino, sotto i portici di Palazzo Mosca a Caselle Torinese, purtroppo c’è poco spazio….


(Le ciaspole utilizzate nell’ opera, sono sicuramente un modello dei primi anni del ‘900, e corrispondono presumibilmente ai tipi usati dai corpi alpini.)