Archivio per giugno 2011

Mi trovo di primo mattino, al presidio NO TAV della Maddalena di Chiomonte..

Mi trovo di primo mattino, al presidio NO TAV della Maddalena di Chiomonte, affogato in un verde sopito di questo mite inizio d’estate…  Il primo giorno di sole dopo giorni di pioggia, i riflessi dorati del sole si rispecchiano tra gli alberi, montagne dalle cime tardivamente imbiancate e l’azzurro intenso del cielo che si confonde con la rigogliosa terra valsusina….

 “ Salviamo le montagne della

  Valsusa dalla schiavitu’ della TAV ” 

 

Scultura / Installazione di Stefano Rollero

 

Scheggia di pietra recuperata nel torrente Cenischia (affluente della Dora Riparia), acrilico-ferro- 54x5x15cm- 2011)

 

 

 

Il significato di questa scultura/installazione  evidenzia l’idea di rappresentare la montagna della Valsusa per divenire espressione diretta dei valligiani che  amano la loro montagna e non vogliono vederla sventrata.  Non vogliono che il territorio nel contesto alpino dei prati degli alberi  del fondo valle vengano distrutti per un progetto indifendibile.

Un’opera utile solo per chi la costruisce, che si giustifica per il movimento di affari nei prossimi 20 anni; nel frattempo, per gli abitanti della Valsusa, nel silenzio più assoluto vivrà come per la montagna da schiavo.

 

Si avvicina il voto referendario

“Non voglio le centrali nucleari in Italia. Non mi piace che l’acqua venga gestita dai privati. E non credo proprio che Ruby fosse la nipote di Mubarak”.

Aria senza radiazioni, acqua senza padroni, legge uguale per tutti. Io il 12 e il 13 giugno vado a votare!